Le Rughe 30/05/2009
FESTA DI PRIMAVERA A LE RUGHE
Davvero senza fine l’energia di un centinaio di “ex ragazzi” del Centro Anziani di Formello: un ricco repertorio di danze dall’Alligalli, alle latinoamericane, alle movenze piu’ tradizionali del liscio – senza tralasciare “serpentoni” danzanti che hanno attraversato la piazza che e’ stata teatro dell’iniziativa.

 E’ finita intorno alla mezzanotte con le loro scatenatissime danze di gruppo la Festa di Primavera a Le Rughe (Formello) – una kermesse di sport, musica e gastronomia per bambini e famiglie - organizzata il 30 maggio scorso dall’Associazione Culturale e Sportiva “Il Melograno” insieme con il Gruppo Scout Agesci Roma 2, con il patrocinio del Comune e  dell’Istituto Comprensivo di Formello. Dal primo pomeriggio l’area attorno alla scuola elementare di viale Spagna – chiusa al traffico - ha ospitato una festa immersa nel verde del parco di Veio dove i bambini hanno potuto divertirsi con le attrezzature sportive e i diversi gonfiabili messi a disposizione dal Centro Sportivo Italiano (dal calciobalilla umano, ai “calci di rigore” alla pallavolo), giocare a calcetto sotto la guida dei “mister” della Vic Formello, imparare ad usare la canna da pesca sotto la guida degli esperti della Fipsas Andrea Lagravinese e Augusto Carriello - mandati dal Presidente della  Federazione di Viterbo Mauro Porciani che fino a tarda ora hanno dato vita a gare di “lancio leggero tecnico di precisione”.

Una Festa resa possibile dalla eccezionale squadra di volontari (una sessantina gli amici e i soci de il Melograno, e una quarantina gli scout): i bambini hanno potuto acquisire i primi rudimenti di ballo nell’area “Baby Dancing” di Rossella e Franco, gettonatissima dai visitatori fino a tarda sera; e inoltre fare giri gratis sui pony del Centro Ippico “La Cuadra” di Cesano, giocare al ping pong, alla pallavolo, lanciarsi nella gimkana in bici, una attività organizzata da Alessandro Micaglio e Luigi Ruggiero che anche quest’anno ha coinvolto molti piccoli appassionati delle due ruote. Ma anche attivita’ autogestite dai bambini – come Flavia Caviglia e Luca Tuozzolo – che hanno esposto al pubblico una piccola bancarella mentre l’insegnante Anna Olivato, Patrizia Cuzzilla e Francesca Piras hanno curato un’esposizione dei lavori realizzati dai bimbi della scuola dell’Infanzia.

Gli Scout del gruppo “Roma 2” (La Storta) – guidati dai responsabili Gianni Tebala e Michela - hanno allestito un minicampo  con tanto di ingresso, filagne, e fuoco (così come li realizzano nelle loro escursioni in montagna), ma hanno predisposto anche uno stand per la pesca di beneficenza, ed un banco con prodotti tipici eritrei: anche quest’anno una parte del ricavato delle offerte sono andate alla realizzazione di un pozzo di acqua in un villaggio in Eritrea, promosso da Ghennet Tesfagabir una intraprendente e giovane dottoressa di origini eritree, che è anche capo scout.

Luciano Buratti ha illustrato dal palco le attività organizzate dall’Agesci per l’Abruzzo, in particolare per il paese di Coppito, al quale è andata parte delle offerte della manifestazione.

Ha stupito anche quest’anno l’esibizione dei bravissimi ballerini in erba della “New Dance School” di Formello di Enrico Chiarelli che mai come quest’anno hanno saputo offrire uno spettacolo di grande professionalità, nonostante la giovane età dei protagonisti. I visitatori hanno potuto ammirare le movenze orientaleggianti della squadra di danzatrici del ventre – proposte dal centro sportivo  “Time Out” che ha anche predisposto un’isola nella quale gli istruttori hanno proposto ai visitatori dimostrazioni di spinning, walking e powerplate.

I visitatori hanno potuto ammirare le foto del sentiero naturalistico “Le Rughe - Il Sorbo” nella mostra allestita dal noviziato Scout – coordinato da Giovanni Dalia - un sentiero che percorre il corso del Cremera e oramai ribattezzato il “Sentiero del Melograno” (perché ideato e promosso dall’Associazione affiliata al Centro Sportivo Italiano). Come hanno affermato il sindaco Giacomo Sandri e l’assessore alla Cultura Maria Rita Bonafede  il Comune ha presentato due progetti di riqualificazione ambientale e culturale partecipando ad un bando per un finanziamento regionale: i progetti - presentati dall’assessore De Angelis e curati dal geometra Luca Corradetti e da Alain Ascarelli – saranno cofinanziati dal Comune di Formello e riguardano la sistemazione del sentiero Le Rughe - Il Sorbo e il recupero dell’antica Mola di Formello.

Se la Regione erogherà i finanziamenti nascerà a le Rughe il primo accesso al Parco di Veio, un sentiero naturalistico di rara bellezza che porterà gli appassionati fino alla suggestiva valle del Sorbo in un’ora di cammino, lungo il corso del fiume Cremera.

Hanno arricchito la Festa di Primavera gli stands di associazioni di volontariato (dal “Filo d’argento” ai Clown Dottori, al Centro giovanile di Formello), una interessante mostra-mercato –organizzata da Giuliana Tisi - dove i visitatori hanno potuto acquistare oggetti di artigianato confezionati da produttori locali o degustare prodotti tipici (dalle marmellate, al miele, ai salumi, alla porchetta). Perfetta è stata l’organizzazione del reparto buffet – coordinato da Alba Anderloni - che grazie alla collaborazione di Cesare D’Antonio e Fausto Amatucci ha distribuito circa 800 pasti (dalla pasta, allo spezzatino di pollo, alla macedonia, ma anche pizza, porchetta e mortadella) offerti da “Il Melograno” con il contributo fondamentale della Responsabile “Solidarietà” Suor Maria Fabiola Catalano di Anzio, e dagli sponsors (Supercose, Vivenda, la pizzeria “Mozzone”, la frutteria “Ok Il prezzo è giusto”, Micros).

Ma il culmine della Festa – coordinata sul palco da Giovanna Micaglio - è stato il Festival di Primavera – presentato dalla giovanissima Claudia Lucantoni con le vallette Miriam e Mariangela - una gara per band giovanili e cantanti che ha visto sul palco undici gruppi in gara, selezionati dal Direttore musicale Marco Caviglia. La giuria, presieduta da Salvatore Riso, direttore generale di Radio l’Olgiata, era composta tra gli altri da giornalisti, come Marco Messina, esperti di comunicazione come Fabio Mignozzi, funzionario Rai, Alessandro Marazzani, produttore musicale, da uno dei presentatori del Funny Festival e collaboratore di Radio P.R. Claudio D’amore, ma anche persone appassionate di musica e impegnate con i ragazzi come la dirigente scolastica Giulia Orsini, Alfonso Ciniglia o l’avvocato Francesca Di Rito.

Prima classificata la band “Whisky in Heaven” di Civitavecchia che hanno interpretato un brano originale hard rock  “Veleno”.   Quindi i formellesi “Etha Beta”  che hanno conquistato il secondo posto proponendo “Sultans of  Swing” dei Dire Straits.   Terzo classificato il cantautore de Le Rughe Livio Livrea, che ha interpretato magnificamente la sua “La Magia della Rugiada”.

Ma al di là dei primi tre classificati, sono stati molto apprezzati gli inimitabili “Lambrusco Band” – che hanno “magnetizzato” la platea con “Balliamo sul mondo” di Ligabue, bravissimi anche i  “Borderlines”, i D-Luvia, Emanuele Di Luca e la promettente Lucrezia D’Antonio. Apprezzate anche le esibizioni della “Banda della Panda”, di Antonietta Lopreiato e Luigi Marchicelli.

Applauditissime anche le esibizioni fuori gara come quella della piccola Michela Conti (di appena 8 anni) e quella del cantautore Francesco Di Rose.

Insomma una iniziativa di grande valore – come ha sottolineato il Presidente de Il Melograno: “Desidero innanzitutto sottolineare l’impegno straordinario dei soci e degli amici de Il Melograno (impossibile citarli tutti)  che hanno reso possibile la Festa e cambiato per un giorno il volto del quartiere – ha detto Giovan Battista Brunori, giornalista del Tg2: una festa che e’ anche un seme di speranza in un periodo difficile di crisi come questo, nel quale la gente è preoccupata e nervosa, e molti tendono ad andare in  depressione. Presentare il meglio che c’è nel territorio, dagli scout alle associazioni di volontariato, ai centri sportivi, a produttori locali, serve a migliorare la qualità della vita di tutti. Una Festa che – con tante iniziative benefiche a favore dei più bisognosi – rafforza le energie migliori del territorio ed aiuta ad orientare in senso positivo la vita di tutto l’anno.”

Foto di ENRICO BRUNORI, ALFONSO CINIGLIA, DINO DI LUCA, ATTILIO MERCANTI, FRANCESCA SANTORI